CLASSIFICHE EDIZIONI ZACUP

CLASSIFICHE EDIZIONI ZACUP

ZACUP 2018

Doppietta Valetudo alla sesta edizione della ZacUp con i successi di Jean Baptiste Simukeka e  Primitive Niyirora. Per la prima volta nella giovane storia della bella kermesse lecchese due atleti africani calcano il gradino più alto del podio. Il locale Daniel Antonioli e la ligure Cecilia Pedroni, entrambi secondi, sono i nuovi campioni italiani Fisky. Resistono i record di Marco De Gasperi (2h50’24”) e Elisa Desco (3h28’49”).

ZACUP 2017

Daniel Antonioli e Denisa Dragomir concedono il bis al traguardo di Pasturo rivincendo per il secondo anno consecutivo la ZacUp. Successo che vale doppio per il soldatino del Cs Esercito che, grazie al primo posto odierno, si laurea campione italiano 2017 di skyrunning. Titolo femminile per l’orobica Lisa Buzzoni, oggi seconda assoluta

ZACUP 2016

Per Antonioli è stata una gara in solitaria e il vantaggio ottenuto nel primo settore gli ha permesso di tagliare il traguardo con il tempo di 2:03:33. Alle sue spalle, da segnalare, il grande recupero di Mattia Gianola, il promettente atleta del Team Crazy. La gara al femminile ha visto come protagonista indiscussa la portacolori del team Valetudo Skyrunning Denisa Dragomir.

ZACUP 2015

Daniel Antonioli, Mattia Gianola e Davide Invernizzi per il maschile, Cardone, Brizio e Rossi per il femminile

ZACUP 2014

Le aspettative alla vigilia erano tante e cosí é stato. Partenza a tutto gas per il 6 volte campione del mondo di corsa in montagna Marco DeGasperi che ha subito imposto il suo ritmo incessante. Per lui una gara in solitaria e la vittoria con un tempo stratosferico di 2.50.24.E’ stata invece battaglia per il podio, tra l ‘atleta di casa Daniel Antonioli, e il vincitore dello scorso anno Franco Sancassani, giunti rispettivamente secondo e terzo al traguardo, separati solamente da 12 secondi.Al femminile Elisa Desco fa il vuoto e fa gara su gli uomini. Alle sue spalle Cardone & Brizio.

 

ZACUP 2013

Partenza a tutta per  Franco Sancassani che ha dettato il ritmo dall’inizio alla fine. Al Rifugio Brioschi, l’atleta del team Sport race Valtellina é transitato con un vantaggio di circa due minuti su diretti inseguitori Butti e Pintarelli e con circa 2.30 su Paolo Gotti. Chiara Gianola ha tagliato il traguardo con un tempo di 3.46.16, In seconda posizione un’ ottima Chiara Fumagalli, seguita da una sorpredente e giovanissima Martina Brambilla, Quarta Deborah Benedetti